Incontro Valli Scrivia - Polcevera

Il quarto incontro si è svolto a S.Olcese, nella Villa Serra di Comago, in prossimità del confine con Serra Riccò, ed ha visto la partecipazione di cittadini dell’Alta Val Polcevera e della Valle Scrivia, dei rappresentanti dei Comuni e di altri Enti e istituzioni, nonché di associazioni, professionisti, mondo del lavoro e del terzo settore.

L’incontro, come da programma, prevede tre momenti diversi: una prima parte a carattere frontale con presentazioni da parte delle autorità e dei relatori di Città Metropolitana, una seconda parte di workshop con tavoli di lavoro ed una terza, plenaria, di sintesi dei lavori e conclusioni.

Il Sindaco del Comune di S.Olcese, Armando Sanna, ha salutato i presenti anche da parte del Presidente di Villa Serra, assente per impegni precedenti, ringraziando per l’ampia partecipazione ed in particolare la Vice Sindaco Valentina Ghio ed i rappresentanti della Città Metropolitana di Genova per l’organizzazione dell’incontro. Ha ricordato che, con l’incontro della giornata, si dà avvio alla partecipazione attiva alla formazione del Piano Strategico, preannunciata nella vallata nei mesi precedenti.
Ha sinteticamente anticipato alcuni dei temi e delle problematiche che connotano le due vallate interessate dall’incontro. Ha evidenziato la necessità che la Città Metropolitana assuma un ruolo centrale e decisivo nello sviluppo del territorio, anche se non nega le difficoltà dovute in parte all’attuazione della Legge Delrio.

La Vice Sindaco della Città Metropolitana Valentina Ghio ha ringraziato e portato i saluti dell’amministrazione della Città Metropolitana.
Ha, quindi, presentato un video predisposto dalle strutture della Città metropolitano, illustrativo dell’Ente e del percorso di formazione del Piano Strategico, con alcune interviste a personalità e cittadini.

Valentina Ghio ha introdotto i temi dell’incontro, rappresentando anzitutto il nuovo ruolo e le funzioni assegnate alla CM, nonché i caratteri innovativi del PSM, uno strumento “dinamico” che rappresenta il principale atto politico dell’ente: il Piano traguarda un orizzonte temporale più ampio rispetto a quello individuato dalla legge Delrio e deve essere costantemente aggiornato e monitorato con il contributo di tutti gli attori coinvolti.
Ha, quindi, illustrato il percorso per la formazione del Piano Strategico, che vedrà la conclusione entro marzo 2017 per poi essere consegnato alla prossima amministrazione.
Ha posto in evidenza il tema delle “zone omogenee”, che devono essere intese come strumento di partecipazione democratica, ed ha descritto una prima ipotesi di articolazione in macro zone, basata sulle caratteristiche territoriali, demografiche, storiche, ma anche sulla necessità di fare “massa critica” in termini di popolazione. La proposta inserisce le valli Polcevera e Scrivia, con la val Trebbia e l’alta Val Bisagno all’interno di una più ampia zona omogenea, denominata “Valli del Genovesato”.
Ha inoltre evidenziato la necessità di “fare rete” con Torino e Milano per rafforzare e rendere più competitiva in Europa la macro area del nord ovest.

Il gruppo di lavoro della Città Metropolitana, rappresentato dall’arch. Arianna Garbarino della Direzione Generale, ha illustrato i contenuti metodologi del Piano Strategico, la visione strategica e le tematiche che saranno approfondite nel piano, dando particolare evidenza al cambiamento di funzioni e ruolo della Città metropolitana rispetto alla Provincia.

La seconda parte dell’incontro, organizzata con la collaborazione dell’Istituto Nazionale di Urbanistica (INU), ha visto la formazione di 4 tavoli di lavoro, ai quali hanno partecipato tutti i presenti, ciascuno fornendo il proprio contributo sulla base dell’esperienza e delle conoscenze, e la propria visione della città metropolitana.
I rappresentanti di INU, Arch. Andrea Pasetti e Arch. Antonio Schizzi e i funzionari della Struttura di Città Metropolitana hanno svolto il ruolo di moderatori della discussione ed hanno fatto sintesi dei contenuti e delle proposte.

Maggiori dettagli sullo svolgimento del lavoro dei tavoli sono pubblicati sul portale web dedicato al Piano strategico. Gli Enti e i portatori di interesse possono integrare i contributi forniti ai tavoli utilizzando il form presente nella sezione “partecipa al piano”.
Gli esiti degli incontri sui tavoli costituiranno argomento di discussione nell’ultimo incontro che si svolgerà a Genova il 1° febbraio.

La terza parte dell’incontro ha visto i rappresentanti dei tavoli illustrare l’esito delle attività svolte durante i workshop in seduta plenaria.
L’appuntamento è sul portale per la compilazione dei questionari e sul form per raccogliere contributi, suggerimenti e progetti.

Si riporta di seguito l’elenco dei presenti:

Enti Numero Presenti Elenco
Comuni 26 S.Olcese, Serra Riccò, Mignanego, Ceranesi, Campomorone, Busalla, Ronco Scrivia, Valbrevenna, Vobbia, Isola del Cantone, Montoggio, Savignone
Cittadini 1
Altri Enti pubblici 3 ASL 3 Genovese, GAL genovese
Sindacati e mondo economico 1 Agricoltore
Professionisti ed esperti 4 IIT, INU Liguria, Fondazione Labò – Giovani urbanisti
Associazioni 3 ANCI Liguria, Comitato Possibile – La valle delle rose
Servizi
Stampa
Consiglieri Città Metropolitana 2 Antonino Oliveri, Laura Repetto
Città Metropolitana 17 Direzione generale, Direzione Territorio e mobilità, Direzione Sviluppo Economico e sociale

Cartelloni

COLORE FOTO TAVOLI Verbale
Verbale
Verbale
Verbale
Verbale