Coinvolgimento della società civile

Spazio metropolitano sostenibile

La governance per la sostenibilità
Coinvolgimento della società civile
Agenda Metropolitana per lo sviluppo sostenibile
Spazio metropolitano sostenibile

Definizione dell'azione pilota dell'Agenda Metropolitana per lo sviluppo sostenibile

C2 Un modello di spazio urbano sostenibile e sua sperimentazione al Parco Tigullio a Lavagna

All'interno dell’Agenda sostenibile di Genova metropoli è stata inserita l'azione pilota riguardante un "modello di spazio urbano sostenibile e polo servizi urbani presso il Parco Tigullio a Lavagna".

Un modello di spazio urbano sostenibile, con caratteristiche di replicabilità, ad esempio anche in contesti territoriali metropolitani differenti (es: area omogenea, ambiti urbani, costieri, dei territori interni) e con caratteristiche di scalabilità, che ne possono proporre la sperimentazione anche a livello regionale, con l’individuazione di canali di finanziamento dedicati.

Il modello, integra più linee di azione e interventi, sostenibili e tra loro sinergici e coerenti con i Goals dell’Agenda 2030:

  • valorizzazione di beni con valore storico-architettonico
  • resilienza/adattamento ai cambiamenti climatici: modello per la redazione di pianificazione di emergenza stralcio scuole da coordinare con la pianificazione urbanistica e di micro interventi di difesa dalle alluvioni (infrastrutture verdi, es. “rain garden” per il drenaggio e fitodepurazione delle acque meteoriche in corrispondenza di parcheggi e piazzali);
  • emissioni zero, rifiuti zero, risparmio energetico e idrico: illuminazione spazi pubblici a led, area plastic free, servizi di ristorazione con prodotti a km 0, raccolta acque meteoriche;
  • accessibilità: aree di sosta e colonnine di ricarica per la mobilità elettrica e per la mobilità dolce, percorsi ciclo pedonali sicuri, integrazione con il servizio TPL
  • attività di workation, spazi per co-working, ricettività studenti, realizzazione di eventi di sensibilizzazione sui temi di sostenibilità ambientale, economica e sociale e per promuovere la conoscenza delle strategie dell’Agenda Metropolitana, ecc.

Il modello è attuato in via sperimentale nell’area pilota del parco Tigullio nel comune di Lavagna polo di servizi pubblici di livello metropolitano.

Tale scelta è stata motivata dal fatto che sono già in corso azioni strategiche integrate su tale area in attuazione del PSM (Agenda Digitale), quali il laboratorio digitale territoriale, di cui si prevede il potenziamento e che consente la valorizzazione della Villa Spinola, sede dell’Accademia della Marina Mercantile (istituto di istruzione superiore ITS).

Inoltre il Piano Urbano per la mobilità sostenibile, PUMS individua inoltre tra gli interventi prioritari un progetto per la “mobilità dolce e la riqualificazione urbana nella valle dell’Entella” (Comuni di Chiavari, Lavagna, Leivi, Cogorno), all’interno del quale il parco Tigullio è riconosciuto come nodo di interscambio tra sistemi di mobilità diversi, anche in ragione della presenza sull’area di un significativo numero di studenti dell’Accademia provenienti da fuori Regione.

Il progetto di riqualificazione ambientale e rigenerazione urbana relativo all’intervento del “polo servizi urbani presso il Parco Tigullio a Lavagna” orientato ad azioni ed interventi mirati ad incrementare la sostenibilità integrata complessiva dei servizi presenti (es: rain garden integrato con il parcheggio pubblico antistante l’Accademia della Marina Mercantile, area plastic free, illuminazione spazi pubblici a led, spazi dedicati all’identità agroalimentare ecc), oltrechè all’applicazione della “carta della sostenibilità” che grazie a premialità definite, incentiva azioni sinergiche orientate alla sostenibilità (es: trasporti pubblici, mobilità condivisa, impianti sportivi, cultura, spazi per co-working ecc),

Azione pilota C2 - Parco Tigullio di Lavagna 1
Azione pilota C2 - Parco Tigullio di Lavagna 2